< TORNA Agli altri lavori
Podcast Pride Divas - Produzione di Gabriele Beretta
puoi ascoltarlo su

Pride Divas

di Federica Monterisi
Genere: Narrativo
Argomento: Dive e queer icon
Autore: Federica Monterisi
Produzione: Gabriele Beretta
Durata: 8 episodi, della durata di circa 35 minuti ciascuno

Il podcast Pride Divas vuole scoprire perché alcune delle più grandi dive del cinema, musica e televisione sono state incoronate icone della comunità LGBTQIA+.
Le loro canzoni cantate a squarciagola a ogni pride, i loro volti stampati su magliette arcobaleno, le loro frasi citate nella lotta per i diritti civili.

Dive e queer icon. Spesso questi due titoli coincidono nelle stesse donne. Ma perché? Cosa rende una diva un personaggio d’ispirazione per la comunità LGBTQIA+? È a queste domande che Federica Monterisi, autrice e voce del podcast Pride Divas, e Mycah voce e insostituibile partner in crime, vogliono rispondere.

Lo fanno attraverso i ritratti di otto splendide donne, dive che hanno cambiato la storia del cinema, della musica e dell’intera cultura pop. Cercheranno di capire quali sono le caratteristiche imprescindibili per definire la perfetta icona queer. Cosa vuol dire questo termine? Quale ruolo hanno avuto queste donne nella lotta per i diritti civili nel secolo scorso? E quanta importanza hanno ancora oggi?

Il podcast Pride Divas racconta la loro carriera e vita privata attraverso il queer gaze, ovvero il punto di vista delle persone queer, la loro percezione e sensibilità. Raccontera il modo in cui le vite di queste dive si sono intersecate con la storia della comunità LGBTQIA+, dagli anni che precedettero Stonewall 1969, ai giorni nostri.

L’autrice e la voce di Pride Divas: Federica Monterisi

Sceneggiatrice e autrice audiovisiva, laureata presso la Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano. Ha 24 anni, gran parte dei quali passata davanti a uno schermo e a sputare giudizi sui segni zodiacali di chi le sta intorno. È da sempre appassionata del mondo dell’intrattenimento e in particolare del suo impatto sulla vita quotidiana del pubblico.

Co-host: Mycah

Sceneggiatore e drag queen. Mycah ha 24 anni, vive a Milano e si è laureato in sceneggiatura alla Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti. Quando non scrive fa drag e lo potete trovare a brunch, cene e aperitivi, ma mai in discoteca che per mezzanotte vuole dormire. Ha anche un canale YouTube dove, con il suo ragazzo, nonché stimata collega drag, commenta tutto ciò che è cultura pop.

La grafica della copertina è di Marta Volpi.

Pride Divas podcast. Le puntate

Dorothy’s Friends, Judy Garland. Puntata 1

Judy Garland, attrice, cantante e ballerina, ha fatto la storia del cinema mondiale e non solo. È in suo onore che nasce il termine gay icon ed è grazie al suo più grande successo, Somewhere over the Rainbow, se le persone queer hanno adottato la bandiera arcobaleno come simbolo della comunità LGBTQIA+
Iniziamo con il parlare degli esordi della sua carriera e del turbolento rapporto con sua madre. Di come da giovanissima, venne scelta per interpretare Dorothy, nel celeberrimo film Il Mago di Oz
Analizziamo i motivi che hanno reso Judy un’icona gay del suo tempo. Raccontiamo la condizione della comunità prima di Stonewall: dei locali gay clandestini, delle retate della polizia e dei nomi in codice usati per riconoscersi tra persone omosessuali, uno tra tutti: Dorothy’s Friends.

La moda passa, lo stile resta – Coco Chanel. Puntata 2

Coco Chanel è conosciuta da tutti come icona di moda e indipendenza femminile. Donna, che dalle umili e sfortunate origini, riesce a conquistare il mondo in un momento storico avverso alle donne e alle loro idee. Raccontiamo la sua infanzia e gli anni da orfana nel collegio di suore. La nascita del nome Coco e del suo amore per la moda. La sua lotta estenuante per emergere, farsi un nome, e soprattutto, fare soldi.
La presentiamo come un’anti-eroina, anzi, un’anti-diva e nel corso della puntata spieghiamo il perché di tale appellativo. A partire dal suo rapporto con diversi uomini potenti, dalla famiglia reale russa a quella inglese, al suo collaborazionismo con i nazisti durante la seconda guerra mondiale, scopriamo quanto Coco abbia un’anima complessa e oscura. Può un personaggio così controverso essere considerato un’icona queer? 

A qualcuno piace bionda – Marilyn Monroe. Puntata 3

Non potevamo non parlare dell’icona del cinema, di bellezza, di femminilità, semplicemente l’icona per antonomasia: Marilyn Monroe.
Basandoci sulla sua autobiografia, My story, ripercorriamo gli eventi che sono andati a plasmare il carattere di Norma Jean e che hanno dato origine al mito di Marilyn. Parliamo degli inizi della sua carriera e del trattamento riservato alle donne nell’industria cinematografica hollywoodiana dell’epoca e dei giorni nostri, fino al contemporaneo movimento del MeToo. Restando sempre sul cinema, affrontiamo il tema della rappresentazione queer nei media, prendendo come punto di partenza il film A qualcuno piace caldo. Il tema della puntata è il desiderio. Un desiderio impersonificato da Marilyn in ogni suo aspetto e che da sempre è una tematica fondamentale per la comunità LGBTQIA+.

Queen of the gay disco. Grace Jones – Puntata 4

Una delle regine della disco-music, l’unica regina delle discoteche gay, Grace Jones segna l’inizio di una nuova idea di diva e di femminile nella cultura pop. Con lei nasce un’icona queer più matura e consapevole, infatti Grace è parte integrante della comunità come donna bisessuale e ne parla pubblicamente già a cavallo tra gli anni ’70 e ’80.
Scopriamo la sua carriera prima nel mondo della moda, poi in quello della musica. Ci soffermiamo sulla sua estetica, estremamente androgina, e sull’impatto che la sua immagine ha avuto nella sua carriera. Affrontiamo la sua dipendenza da droghe e non manca anche una riflessione sul razzismo e sul modo in cui veniva un tempo percepita la bellezza delle persone di colore.
Per quanto riguarda la parabola storica della comunità LGBTQIA+, parliamo della figura di Harvey Milk e del periodo più buio mai affrontato dalle persone queer nell’era moderna: l’epidemia di AIDS.

Strike a pose. Madonna – Puntata 5

La regina del pop: Madonna. Una donna che ha rivoluzionato il mondo della musica e del fare musica. A partire dai testi delle sue canzoni, ai videoclip, alle performance, tutto dello stile di Madonna è nuovo e originale. Accusata di blasfemia da diverse religioni, Madonna propone un’immagine della donna dirompente, trasgressiva e dissacrante, diventando rapidamente un’icona femminista e della comunità LGBTQIA+. Comunità a cui Madonna stessa ha detto di dovere il suo successo in quanto l’idea di intraprendere la carriera artistica è nata nei locali gay di Detroit alla fine degli anni ’70.
Raccontiamo i suoi più grandi successi e scopriamo anche il suo ruolo nel mondo cinematografico. Parliamo del suo coinvolgimento politico a favore dei democratici e della sua collaborazione alla lotta per i diritti civili.

Don’t you know that you’re toxic? Britney Spears – Puntata 6

La principessa: Britney Spears. Entriamo negli anni ’90 e 2000, in quell’atmosfera un po’ trash glam che ha visto il dominio della musica pop, ma a dominare su tutti c’era lei. Con il racconto della vita e carriera di Britney, scopriamo un personaggio forte e provocante, quanto fragile e instabile. Raccontiamo della leggendaria esibizione agli MTV Music Awards del 2003 con Madonna e Christina Aguilera e delle innovazioni che ha portato nell’immaginario pop. Se fino ad adesso abbiamo assistito a dive che hanno ispirato e aiutato la comunità queer, con Britney vediamo la comunità correre in soccorso della propria beniamina con il movimento #FreeBritney.

Born This Gay. Lady Gaga – Puntata 7

Eclettica e stravagante, Lady Gaga è considerata una delle più importanti e influenti icone queer della storia. L’evoluzione delle icone LGBT, partita con Grace Jones, vede in Lady Gaga la sua maggiore espressione. Raccontiamo la sua infanzia e adolescenza. Analizziamo i suoi più grandi successi diventati tutti inni della comunità LGBTQIA+, a partire dal brano Born this way. 
Donna pubblicamente femminista e bisessuale, Lady Gaga è una fervida attivista nella lotta per i diritti civili, sfrutta al massimo la sua voce e notorietà. Anche lei non si fa mancare accuse di blasfemia e polemiche per performance controverse, uscendone sempre vincitrice e da vera diva.

Fiesta! Raffaella Carrà – Puntata 8

L’ultimo episodio non poteva che essere dedicato alla nostra icona queer italiana per eccellenza: Raffaella Carrà. Raccontiamo l’immensa carriera di Raffaella alternandola ad aneddoti della sua vita privata. Analizziamo il suo impatto nella cultura pop a partire dalla televisione, con show come Canzonissima Pronto, Raffaella?, per poi passare ai suoi grandi successi musicali. Parliamo ovviamente delle polemiche che scatenò il suo ombelico e, più in generale, il suo intero corpo nella società italiana del secolo scorso, il suo impatto sul movimento femminista e l’inizio del culto di Raffaella da parte della comunità queer. Andiamo anche in Spagna, patria adottiva della Carrà, che individua in lei un simbolo di rinascita dopo gli anni della dittatura di Franco.

Contattami!

Se ti interessa dare vita ad un podcast indipendente, non esitare a contattarmi. Sarà un piacere discuterne insieme la possibilità e creare una offerta su misura per le tue esigenze.

VUOI REALIZZARE UN PODCAST?
Contattami e raccontami la tua idea
Contattami